Trovare il tuo scopo dopo un lutto – Scarica la guida pratica!

Come ritrovare il tuo scopo dopo un lutto perinatale.

Oggi ti voglio parlare di come ritrovare il tuo scopo dopo aver elaborato il lutto prenatale o perinatale.

In questo articolo ti consiglierò qualche esercizio utile per ritrovare il tuo scopo.

Scarica subito gli esercizi per ritrovare il tuo scopo. Una guida gratuita per gettare le basi della tua nuova vita.

Ricorda, però che l’importante non è la ricetta in sé (o l’esercizio magico, che non esiste), bensì la predisposizione o il MINDSET.

Mi spiego meglio. 

Hai mai fatto un dolce con ottimi ingredienti, una ricetta collaudata dalla nonna negli anni, eppure il risultato è stato tutt’altro che buono?

Perché è successo questo?

Molto probabilmente, se ci fai caso, ti renderai conto che mentre facevi il dolce eri distratta, poco attenta alle dosi e un po’ approssimativa.

Eri stanca dal lavoro, continuavi a pensare a un litigio avvenuto qualche giorno prima con tuo marito o in ufficio.

Il tuo umore quindi era pessimo, svogliato, demotivato.

Ecco, intendo dire questo quando parlo di predisposizione.

Il tuo focus, la tua attenzione, il tuo MINDSET, cioè la modalità con cui imposti i tuoi i pensieri influenza le tue azioni e di conseguenza i tuoi risultati.

Tutto parte dalla mente, dalle tue convinzioni, dal tuo stato.

Ora, con questo non voglio dirti, cara mamma, che con la forza del pensiero riuscirai a cucinare un dolce spettacolare o a superare un lutto come se fosse una passeggiata al parco.

Tuttavia se il MINDSET è quello giusto, anche qualora il dolce non dovesse lievitare alla perfezione, saprai cogliere il significato dell’esperienza in modo costruttivo.

Ecco a cosa servono gli esercizi.

Sono utili ad allenare la tua mente a metterti nelle condizioni migliori per affrontare qualsiasi attività: vada poi come vada, non tutte le ciambelle escono col buco (per restare in tema di cucina 🙂 ).

Ripeti insieme a me: “Ricostruire il significato della vita è possibile” (anche dopo un’esperienza terribile come il lutto prenatale o perinatale).

Te lo garantisco e dipende soprattutto da te!

Elabora il lutto e poi ricostruisci il tuo scopo

Che cosa ti dice il cervello quando un lutto prenatale o perinatale ti coglie?

Niente, zero, tabula rasa… il corpo non risponde, le emozioni si scatenano e finisci in un mondo ovattato, peggiore del famoso “sottosopra” di Stranger Things.

Tutto questo è NORMALE perché, come amo sempre ripetere, perdere un figlio è un dolore, uno shock immane e non importante quanti anni aveva o non aveva.

Il lutto scaturito dopo una forte perdita non è commisurato al tempo, bensì all’attaccamento che proviamo nei confronti della persona scomparsa: in questo caso il nostro bimbo.

Elaborare il lutto significa quindi entrare in questo percorso obbligato e uscirne, prima o poi, se guidati con i giusti mezzi (risorse personali, aiuti esterni da professionisti, amici, parenti etc.).

Significa entrare nei meandri della nostra mente e in definitiva significa anche conoscersi meglio.

Lo so…forse stai pensando: “Non ho mai chiesto di volermi conoscere meglio pagando un prezzo tanto caro”.

Ti capisco e sono d’accordo.

Come saprai, se mi conosci da qualche tempo, sono un’inguaribile ottimista e mi piace sempre pensare di trarre il buono da ciascuna esperienza.

Dopo aver salutato per sempre la mia Gingy, tra lo stato di shock e incredulità, dicevo sempre alle persone che “mi sentivo cambiata”.

Ed era vero, ero più sensibile, più attenta ai dettagli e più menefreghista nei confronti di quelli che prima erano i “problemi”.

Sai cosa dicevo: “Gingy mi ha fatto apprezzare il tempo, il sapore delle cose, la mia vera natura, rimasta forse per troppo tempo latente”, e poi?

E poi aggiungevo sempre la frase: “Ovviamente non avrei mai voluto imparare l’importanza di queste cose così a caro prezzo”.

Si sa però che nella vita puoi scegliere davvero poche cose.

Come capire la fine dell’elaborazione del lutto

Una delle cose che puoi scegliere sempre è come reagire!

Guidare nella direzione che desideri i tuoi pensieri e quindi le tue azioni.

Quando termini il tuo percorso di elaborazione del lutto (ne ho parlato insieme alla dott.ssa Laura Corpaccini in questi articoli dedicati al lutto perinatale e alla coppia), arriva un momento in cui puoi ricostruire il tuo scopo.

Una mamma mi ha chiesto: “Come fai a ricominciare dopo un lutto?”.

Bella domanda… Ti dico che questo percorso inizia una volta terminata l’elaborazione.

Quando un giorno ti svegli e inizi a respirare, a poter fare nuovi progetti senza i sintomi che ti hanno accompagnata fino a ieri, allora è finita l’elaborazione.

Ci vuole tempo, il dolore non sparisce, la ferita c’è, un po’ più rimarginata e tu sai che puoi ancora sorridere.

In quel momento in cui ti sembra di esserne uscita tutta integra, dentro di te si fa spazio una domanda: “Che cosa faccio adesso?”.

Ecco, questo è il momento giusto per ritrovare il tuo scopo.

Come ritrovare il tuo scopo

Sei una persona nuova quindi hai anche, forse, nuovi interessi o hai riscoperto vecchie passioni.

Sei comunque diversa da quella che eri “prima” del lutto.

È normale, è buona cosa… dovrebbe spaventarti restare uguale non cambiare.

Cambiare è sempre positivo!

Adesso è quindi il tempo di ricostruire, pian piano, la tua vita.

Che cosa vuoi trarne da essa?

Chi sei?

Che caratteristiche ha la tua “nuova te”?

Qual è il suo scopo?

Ti lascio con l’esercizio e ti auguro di arrivare a questo momento con la consapevolezza che un domani esiste e sei proprio tu a costruirlo.

Un abbraccio

Sara

Scarica la guida con gli esercizi “Trova il tuo scopo”

1. Compila i campi qui sotto e premi su “Invia”;

2. Conferma l’email per iscriverti alla mia Newsletter ( se è la prima volta che ti iscrivi) e ricevere la guida;

3. Subito dopo riceverai la guida “Trova il tuo scopo” sul tuo indirizzo email.

Condividi la tua esperienza

Se hai piacere condividi la tua esperienza commentando qui sotto, oppure in privato scrivendomi a sara@saraonfeet.it.

Leggi anche: Risorse utili per affrontare il lutto perinatale

Consapevole e Felice – la guida per il tuo benessere

Se anche tu desideri far parte del Cordone delle Mamme e raccontare la tua storia, per dire ad altre donne che hanno subito un lutto perinatale #MammaNonSeiSola, compila il modulo del consenso e invialo insieme alla tua storia scrivendo a sara@saraonfeet.it

Lascia un commento