La storia di mamma Susanna e Alessia

La storia di una principessa chiamata Alessia, 800 gr, 32 cm, un sacco di capelli scuri come il papà e i piedini come la sua mamma, per sempre nel mio cuore.

Le mie due stelle in cielo

Ciao, mi chiamo Susanna e ho 28 anni.

Vi racconto la mia storia!

31 dicembre 2013 scopriamo che la mia mamma ha un brutto male…dopo 7 anni di agonia tra alti e bassi, il 30 aprile 2020 lei ci lascia all’età di 57 anni! 

Io credo che la perdita della mamma giovane è una delle cose più tremende che ti possa mai accadere…fa malissimo!

6 maggio 2020 (6 giorni dopo la morte della mamma) scopro di essere incinta! 

Ci abbiamo provato una sola volta ed è arrivata la mia principessa…credo che sia un dono della mia mamma! 

L’abbiamo cercata il 18 aprile perché volevo colmare il vuoto immenso che da lì a poco mi avrebbe lasciato la mamma! 

La gravidanza procede per il meglio…17 luglio 2020 ci sposiamo…un po’ diversamente da come avevamo programmato ma lo facciamo lo stesso!

Agosto 2020 vacanze meravigliose in Sicilia…la mia principessa è andata in auto, moto, motorino, nave, aereo…ha fatto il bagno nelle acque della meravigliosa Favignana…ha sentito i suoi genitori “risposarsi alla greca” nella valle dei templi ad Agrigento…insomma ha vissuto tante esperienze la mia piccola Alessia! ️

Il sogno infranto

25 settembre 2020 ho qualche lineetta di febbre…non ci dò tanto peso perché sono molto tranquilla e non mi allarmo per niente! 

Il 29 settembre, dopo 4 giorni di febbre e sospetto covid (maledetto covid perché si pensa solo a quello), vado a fare il tampone non sentendo la bambina!  

Nel pomeriggio inizio con dei dolori di pancia esagerati per essere alla 26esima settimana! Insomma partono le contrazioni! 

Corriamo in ospedale…mi visitano giustamente trattandomi da “coviddata”! Tampone negativo…tamponi vaginali, anali, uterini ecc.!

Messo il monitoraggio la mia bimba era viva, ancora viva!  

Fatto un antibiotico sembrava sistemata la situazione…ma dopo un’oretta tornano le contrazioni e i battiti dell’Alessia sono sempre più accelerati! 

Si presenta una dottoressa  che con grande fermezza mi dice che la mia bimba non sta bene…avrei dovuto partorirla e decide di togliermi il monitoraggio perché da lì a poco avrebbe avuto un arresto cardiaco e preferiva risparmiarmi questo momento! 

Di corsa chiamo il papà che arriva di grande corsa, impaurito e non sto neanche a spiegarvi la sua espressione perché era vuota! 

Ore 23.30 penso che la bimba si sia spenta perché le contrazioni sono “finalmente” finite! 

Ore 1.30 del 30 settembre iniziamo l’induzione con ogni tipo di “droga” in corpo per non farmi sentire dolore inutile! 

Ogni ora mi svegliano per prendermi i parametri ecc.

Ore 8.30 finalmente nasce la mia Alessia podalica! 

Nessuna infermiera anche finendo il turno alle 8.00 di mattina ha osato andare via! Mi sono stati vicini in tutto! Grazie San Gerardo di Monza! 

Me la mettono in braccio! È perfetta, bellissima, 800 gr, 32 cm, un sacco di capelli scuri come il papà e i piedini come la sua mamma 🥰! Sembra che dorme! 

Il suo papà non è tanto contento di vederla, io sono felicissima di vederla perché è la mia bambina…sangue del nostro sangue! 

Dopo 10 minuti me la portano via per sempre…ma dopo qualche minuto un’infermiera torna con lo stampino dei suoi piedini da tenere sempre con noi! 

Mi portano in reparto per 15 giorni per fare l’antibiotico in endovena perché sto brutto batterio/virus LISTERYA mi ha preso anche il sangue! 

Per fortuna per 1 settimana il papà è stato lì a dormire con me, in questo reparto nel quale tutte le mamme avevano il loro pancione o il loro bimbo sano che piangeva!  

C’è speranza! Noi mamme siamo delle rocce

Scusate se mi sono un po’ dilungata, ma me la sento di parlarne…dopo 4 mesi credo di essere fortunatissima ad avere reagito in questa maniera positiva dato il mio carattere già forgiato diciamo! 

Ne parlo spesso, sono tornata a lavorare dopo 3 mesi dall’accaduto e tutto va per il meglio…

La mia mamma mi diceva sempre di farle un bel bambino da curare…ecco fatto! Adesso staranno insieme per sempre le mie 2  stelle⭐️ ⭐️ NonnaRosella e la sua nipotina Alessia! 

Questo mese è un po’ in ritardo il ciclo…e ho già fatto il test! 

To be continued…️ 

Forza ragazze che si supera tutto…noi donne siamo delle rocce! 

Susanna M.

Leggi anche “Tutto sul Lutto Perinatale”

sara barletta perinatal coach
Sara Barletta – Perinatal Grief Coach
La 1° Coach in Italia sul lutto perinatale

🌟Supporto le mamme dopo un lutto perinatale a ritrovare il benessere.
Perinatal Grief Coach

Mamma tra cielo e terra.
Educatrice del Femminile in formazione.
👁 Risvegliatrice d’intuito.


Per un primo colloquio di accoglienza contattami [email protected].
Camminiamo insieme oltre il lutto.

Ho creato uno spazio per raccontare le Storie di mamme e lutto, stringerci vicine le une alle altre e aiutarci con il potere della Condivisione.
Se desideri raccontare la tua storia scarica qui il modulo del consenso, compilalo e invialo insieme alla tua storia scrivendo a [email protected].

Tutto il materiale contenuto in questo blog è protetto dalle norme sul diritto d’autore. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti, in assenza del consenso esplicito dell’autore del blog e/o dei co-autori.

Lascia un commento