Prodotti per Neonato 3-6 mesi

Prodotti promossi e bocciati che ho utilizzato durante i primi 3-6 mesi di vita di Amelia. Te li mostro in questo video!

PRODOTTI 3-6 MESI COPERTINA_SMALL

Prodotti neonato 3-6 mesi: Promossi e Bocciati

Buongiorno mamme, neo-mamme e mamme to be.

Desidero aggiornarvi sui cambiamenti fatti da Amy in questi 3 mesi.

Come abbiamo visto nel precedente articolo “Prodotti per Neonato 0-3 mesi”, a partire dai 3 mesi in avanti inizia quello che io chiamo il “bello” perché il neonato inizia ad essere più reattivo e pronto alla scoperta del mondo.

In questi 3 mesi Amy ha sviluppato molto velocemente, da un giorno all’altro, tante abilità e il suo carattere si sta via, via definendo.

Inoltre anche l’intesta con me è molto più complice e riesco ad interpretare più facilmente i suoi bisogni.

In questo articolo vi parlerò dei nostri progressi e parleremo di 3 categorie:

Nel video che trovate alla fine di questo articolo vi darò anche qualche tips pratica per realizzare delle cose semplici e divertenti fai-da-te, in stile montessoriano.

Credo fortemente nel potere della condivisione vorrei condividere la mia esperienza, che potrà essere utile alle mamme che sono alle prime armi o che sono in attesa.

Mi sto formando sui temi dell’educazione perinatale, e quindi è inevitabile che sto seguendo molto rigorosamente tanti insegnamenti appresi con i quali mi sto trovando molto bene.

Tuttavia in questo articolo desidero condividere con voi da mamma a mamma.

1. La nostra routine

Creare una routine è estremamente utile, non solo per noi mamme in modo che possiamo organizzare la nostra giornata lavorativa, ma soprattutto per il nostro bambino.

Da quando nasce la sua routine viene interrotta ed è quindi entrato in un mondo nuovo, dove riceve tanti stimoli e che cambia continuamente.

Quindi creare dei momenti dedicati alle diverse attività nell’arco della giornata, gli fornirà quella sicurezza necessaria data dalla ripetitività delle azioni e quindi da una creazione di abitudini.

Vi parlo della nostra routine attuale, quindi a 6 mesi compiuti.

La nostra routine inizia alle 9/9.30 orario in cui si sveglia Amelia, dopo aver fatto circa 1 risveglio notturno e 1 poppata al mattino presto!

Io mi sveglio all’alba e approfitto di questo tempo per studiare, lavorare e sistemare casa.

Vista la stagione estiva ho deciso di adibire il balcone a solarium, quindi coperta a terra, piscinetta, crema solare, bikini e via a prendere il sole :).

A volte ha sonno e fa la sua penichella verso le 11.00, ma solitamente tira senza problemi fino all’ora di pranzo.

Prima di queste giornate calde si giocava in casa sul tappeto con i giochini!

In sottofondo lasciavo i cartoni o le canzoncine in lingua inglese.

All’ora di pranzo, dalle 12.00 alle 13.00, solitamente è affamata e finisce tutta la pappa.

Da qui abbiamo un ventaglio di 2 orette circa dove sistemo e magari usciamo a fare una bella passeggiata, dove lei ne approfitta per dormire.

Oppure adesso col caldo ho spostato l’orario per uscire nelle ore più fresche, e quindi fa il suo riposino.

Dopodiché merenda e diverse attività ludiche tra cui esercizi per il movimento, canzoni, fiabe e allenamento home fitness insieme alla mamma :).

Verso le 18.00 bagnetto e poi solitamente sonnellino prima di cena, dove poi mangia insieme al papà.

Dopo cena, in base ai giorni, può avere ancora una bella carica e quindi gioca con la musica a tutto volume sul tappeto e striscia qui e lì.

Altre volte invece dopo mangiato sosta nella sdraietta mentre noi ceniamo e si addormenta fino al risveglio per la poppata notturna.

2. Le nuove abilità

In questi 3 mesi la vista ha raggiunto il suo completamento quindi diciamo che Amy riesce a riconoscere i volti familiari a distanza, sorride e fa smorfie.

Inoltre riconosce i gatti e cerca di rincorrerli.

L’udito si è affinato e risulta più sensibile ai rumori acuti e udite, udite risponde al suo nome e ai suoi diminutivi prestando proprio interesse.

Insomma è un amore!

Il senso che la fa da padrona è il tatto.

Dai 3 mesi in poi è esplosa la sua capacità di manipolare gli oggetti per poi metterli in bocca e tastarne le qualità attraverso la suzione.

I muscoli si sono rinforzati e grazie a degli esercizi mirati di psicomotricità abbiamo cominciato con i primi movimenti autonomi per imparare a girarsi e mettersi in posizione prona.

Oltre a strisciare in modo vero e proprio tende ad andare anche “a Gambero” cioè a strisciare all’indietro.

Ancora qualche mossa di coordinazione e parte per il vero e proprio gattonare.

Che cosa ho scoperto poi? Allenare prima lo strisciare e poi il gattonare sollecitano due diverse parti del cervello. Uno il ponte e l’altro il midollo spinale.

Io amo molto lasciare Amy scalza, anche perché i calzini sono un optional, e soprattutto lasciarla a terra in modo che sia lei a esplorare e se ha qualche esigenza a farsi capire.

3. I Prodotti 3-6 mesi

Quali sono stati gli strumenti immancabili che hanno favorito queste tappe di cambiamento?

1. L’immancabile tappeto e preparatevi anche il box, io ho deciso di metterlo non appena gattonerà spedita!

2. La palestrina, già attiva a partire dal 4° mese, quando ha iniziato a mettersi prona e poi supina da sola.

3. Giochini morbidi come i cubi, gli anelli, gli animali di gomma, che siano quindi morbidi, malleabili e non troppo piccoli da finire in gola.
P.s. Noi i destini non li abbiamo ancora, ma abbiamo già preso il pesciolino per la dentizione della NUK.

4. Il seggiolone portatile. Un po’ per mancanza di spazio e un po’ per comodità abbiamo il seggiolone portatile che possiamo trasportare ovunque.

Per la parte invece di intrattenimento adora il libro “Gatto nero, gatta bianca“.

Canzoncine in inglese e i cartoni di Boing che guardiamo dopo cena/ dopo pranzo per digerire, giusto una ventina di minuti perché preferisco che sia intenta ad agire piuttosto che a subire passivamente un media.

Questi sono stati i nostri ultimi 3 mesi!

Purtroppo, come ben sapete, la quarantena ci ha costretti in casa per lungo periodo, ma poterla portare fuori anche solo sul balcone o nel giardino condominiale per me è stato di grandissimo aiuto!

L’importante è vedere quanti bei progressi ha fatto e quanto, nonostante i mesi di clausura, mostri interesse e stia bene in mezzo alla gente.

Spero di esservi stata utile e avervi dato qualche spunto.

Fatemi sapere come avete passato o state passando i primi 6 mesi con i vostri piccoli.

Un abbraccio

Sara

Se sei interessata ai temi di benessere, gravidanza, maternità o lutto perinatale iscriviti al mio Canale YouTube Sara Barletta per restare sempre aggiornata.

Leggi anche “Risorse utili per gravidanza e maternità

sara barletta perinatal coach
Sara Barletta – Perinatal Grief Coach
La 1° Coach in Italia sul lutto perinatale

🌟Supporto le mamme dopo un lutto perinatale a ritrovare il benessere.
Coach e Mamma tra cielo e terra.


Per un primo colloquio di accoglienza contattami sara@saraonfeet.it.
Camminiamo insieme oltre il lutto.

Lascia un commento