Corso preparto: 3 buoni motivi per seguirne uno

Con l’arrivo di una gravidanza nascono tanti dubbi e paure. Ti racconto i miei 3 motivi per seguire un corso preparto e vivere serenamente.

Perché seguire un corso preparto

Ciao mamma,
in questo articolo desidero parlarti del corso preparto e voglio darti 3 buoni motivi per seguirne uno se non lo hai ancora fatto!

Perché seguire un corso preparto? I motivi sono svariati.

Mamme che non hanno seguito un corso preparto durante la prima gravidanza e desiderano farlo in una seconda o una terza.

Donne in lutto che pensano che sia superfluo durante le loro gravidanze arcobaleno.

Chi sa di partorire con cesareo e quindi non se ne cura.

Durante la mia prima gravidanza non mi sono mai posta il problema, sapevo che con molta probabilità avrei partorito con parto cesareo, invece il destino è stato beffardo, ho avuto un parto vaginale.

Leggi “La magia del parto“.

Leggi: “Come prepararsi al parto cesareo“.

Quindi pensavo non mi servisse, anche perché erroneamente pensavo che il corso preparto servisse solo a insegnarti a partorire. Invece tu sai già partorire non ti serve un corso!

Nel percorso per diventare mamme, che inizia appunto durante la gravidanza, camminare insieme ad un’ostetrica o un’educatrice perinatale e ad altre mamme rende l’esperienza più completa!

Quindi passiamo ai miei 3 buoni motivi per seguirne uno.

1. Essere consapevole

Come ti ho raccontato, nella mia prima gravidanza uno dei motivi che mi ha spinto a non curarmi della possibilità di fare, anche gratuitamente in ospedale, un corso preparto è stata l’ignoranza.

Nella seconda gravidanza allora mi sono resa consapevole! Mi sono incuriosita e ho deciso di partecipare.

Mi sono informata sulle tematiche trattate e ho scoperto che il corso di accompagnamento alla nascita è una bellissima esperienza di condivisione dei vissuti del passato, del presente e delle paure sul futuro.

Certo esiste una parte didattica e una pratica dove si parla di come avviene il parto vaginale e alcune tecniche per facilitarlo, ma non è di certo questo il focus.

Con la gravidanza di Amy ho quindi capito che il corso di accompagnamento alla nascita poteva essere l’occasione per imparare qualcosa in più sulla mia fisiologia.

Per fare degli incontri con altri specialisti (psicologo, neonatologo, ginecologo etc.) e porre loro delle domande sul post parto.

Tutte figure utili a prescindere da come darai alla luce il tuo piccolo e a prescindere dal fatto che tu abbia o meno altri figli.

2. Camminare insieme

Il secondo motivo per cui ti consiglio di frequentare un corso preparto è fare un’esperienza condivisa con altre mamme.

Se è vero che della vita ciò che conta di più sono le esperienze che fai e i ricordi ed insegnamenti di queste esperienze, grazie al corso preparto ho avuto il piacere di camminare insieme ad altre mamme, uguali e diverse da me.

Ci siamo arricchite con i nostri racconti pregressi, con le nostre paure attuali e abbiamo creato un legame e dei ricordi che ci siamo portate dietro anche durante i giorni di degenza in ospedale.

Inoltre abbiamo conosciuto l’ambiente in cui avremmo partorito, conosciuto il personale e famigliarizzato con l’ambiente.

Inoltre il gruppo di pari che si è creato durante il corso ti sarà utile anche dopo.

Infatti abbiamo creato un gruppo su whatsapp dove ci teniamo aggiornate sulla crescita dei nostri piccoli, dove ci scambiamo consigli, paure e ci confrontiamo a vicenda nelle varie tappe di sviluppo. E questo è bellissimo!

3. Apprendere delle tecniche

Infine, il terzo motivo per cui ti consiglio di frequentare un corso preparto è imparare delle tecniche.

No, non mi riferisco solo a come partorire, perché ti ripeto che quello lo sai già fare.

Durante il corso preparto si toccano dei temi importanti quali la coppia, il puerperio e il necessario da avere in ospedale e non appena rientrate a casa.

Si parla molto di ciò che avverrà “dopo”, soprattutto per quanto riguarda l’allattamento.

Sei ancora convinta che riguardi solo il parto?

Il puerperio e il post parto sono dei momenti delicatissimi. Spesso ci si trova ad affrontarli senza sostegno e senza che nessuno ci abbia preparate.

Avere a disposizione degli incontri con esperti permette a noi mamme di essere più serene sia per il momento del parto che su ciò che avverrà dopo.

La bellezza della condivisione

Questi sono stati i miei 3 consigli per seguire un corso preparto, dati dalla mia esperienza.

Se anche tu senti il bisogno di condividere con altre mamme che stanno vivendo la tua situazione e di avere un confronto diretto prima dell’evento con professionisti ti consiglio vivamente di seguirlo.

Non sempre parenti e amici hanno le risposte adatte alle nostre esigenze, anche se ci sono già passati.

Se sei in attesa ti auguro di vivere pienamente il tuo percorso di gravidanza.

Un abbraccio
Sara

Se sei interessata ai temi di benessere, gravidanza, maternità o lutto perinatale iscriviti al mio Canale YouTube Sara Barletta per restare sempre aggiornata.

Leggi anche “Risorse utili per gravidanza e maternità

sara barletta perinatal coach
Sara Barletta – Perinatal Grief Coach
La 1° Coach in Italia sul lutto perinatale

🌟Supporto le mamme dopo un lutto perinatale a ritrovare il benessere.
Coach e Mamma tra cielo e terra.


Per un primo colloquio di accoglienza contattami sara@saraonfeet.it.
Camminiamo insieme oltre il lutto.

Lascia un commento